23 ottobre 2013

Il paradiso dell'Enduro

Alcuni giorni fa ci è arrivata voce di una collezione di moto da Enduro a Prato e non credendo alla notizia abbiamo voluto verificare di persona.
Prato, Lunedì 21 Ottobre, ore 21:30 - Questo è teoricamente l'orario di ritrovo, ma come sempre qualcuno è in ritardo. Apparentemente intorno a noi ci sono solo fabbriche quindi ci aggiriamo in cerca dell'indirizzo corretto. Finalmente vediamo in lontananza una porta socchiusa.
Nonostante molti di noi siano di Prato (e qualcuno abiti davvero molto vicino al magazzino) non abbiamo mai sentito parlare di un collezionista in zona quindi siamo davvero molto scettici.
Varcata la soglia però quello che ci si para davanti è un vero e proprio mare di moto. Decine, anzi, centinaia di moto da enduro perfettamente restaurate e disposte con un ordine e una pulizia incredibili. Uno spettacolo!


Superato lo shock iniziale in un angolo del magazzino vediamo Stefano intento ad organizzare un pò di "ferri" che ci saluta e ci invita ad entrare. L'impatto con questo paradiso è così incredibile da toglierci il fiato e, come dei bambini davanti ai regali di natale, dopo le presentazioni di rito iniziamo finalmente la visita.
La collezione è veramente splendida anche se un po' atipica. Non ci sono infatti solo moto di una determinata marca; si possono vedere Aim, TM, Ducati, Beta, SWM, Laverda, KTM, Maico e molte altre (anche se l'amore per le Aim e le TM si nota a colpo d'occhio) ma quello che accomuna la gran parte di queste meraviglie è l'Enduro. Si va da perfetti restauri conservativi, a moto completamente rimesse a nuovo, a pezzi ancora in "fase di lavorazione".


Quando ormai stiamo per abituarci ad essere circondati dalle moto Stefano se ne esce con "Andiamo al piano di sopra?". Al piano di sopra!? Cioè non sono finite le moto?
Altro che finite! Dopo aver fatto le scale (anche quelle piene zeppe di poster e "trofei" di gare e raduni) ci troviamo in un altro magazzino anch'esso stracolmo di moto. E che moto.
Nessuna foto potrà mai rendere l'idea dell'aria che si respira: un misto di olio, benzina e passione!
Mi sento in dovere di ringraziare Stefano a nome di tutti i ragazzi ma anche a nome di tutti i motociclisti per l'impegno e la cura con cui mantiene viva la storia di marche come la Aim (azienda pratese che ha chiuso i battenti nell'ormai lontano 1987). Grazie Stefano!
Un altra particolarità, che non posso fare a meno di sottolineare, è il fatto che questo magazzino non è un semplice "dormitorio per moto" ma è uno spazio vivo! Durante la visita infatti sono arrivati molti amici di Stefano che come ogni lunedì si riuniscono per discutere di moto, passarsi le ultime info e organizzare raduni e motocavalcate. In particolare tra questi "ragazzi" ci ha colpito Ivo, un guru in fatto di enduro, che ha dispensato preziose spiegazioni su componenti sconosciuti a molti.
Dopo qualche foto di rito e lo scambio di numeri di telefono (non si sa mai che gli venisse in mente di regalarci una moto) lasciamo Stefano alle sue moto con la promessa di tornare a trovarlo il prima possibile!



Per tutte le foto cliccate QUI

Nessun commento: